Festa del Santissimo Sacramento

IL CORPO DI CRISTO

Corpus Domini- Santissimo Corpo e Sangue di Cristo una delle principali solennità dell’anno liturgico della Chiesa cattolica celebrata ogni anno il giovedì della II settimana dopo la Pentecoste, istituita nel XIII secolo come si può leggere su Wikipedia:

… L’introduzione di questa festività nel calendario cristiano la si deve principalmente a una donna, suor Giuliana di Cornillon, una monaca agostiniana vissuta nella prima metà del tredicesimo secolo. Da giovane avrebbe avuto una visione della Chiesa con le sembianze di una luna piena, ma con una macchia scura, a indicare la mancanza di una festività. Nel 1208 ebbe un’altra visione, ma questa volta le sarebbe apparso Cristo stesso, che le chiese di adoperarsi perché venisse istituita la festa del Santissimo Sacramento, per ravvivare la fede dei fedeli e per espiare i peccati commessi contro il sacramento dell’eucaristia. Dal 1222, anno in cui era stata nominata priora del convento di Mont Cornillon, chiese consiglio ai maggiori teologi ed ecclesiastici del tempo per chiedere l’istituzione della festa. Scrisse una petizione anche a Hughes de Saint-Cher, all’arcidiacono di Liegi, Jacques Pantaléon (futuro Urbano IV) e a Roberto de Thourotte, vescovo di Liegi. Furono proprio l’iniziativa e le insistenti richieste della monaca a far sì che, nel 1246, Roberto de Thourotte convocasse un concilio e ordinasse, a partire dall’anno successivo, la celebrazione della festa del Corpus Domini. All’epoca i vescovi avevano infatti la facoltà di istituire festività all’interno delle loro diocesi. Si dovette aspettare però il 1264, poco dopo l’elezione al soglio Pontificio proprio dell’ex Arcidiacono di Liegi, Jacques Pantaleon de Troyes, che già contribuì alla Prima Festa del Corpus Domini in Belgio, ed alcuni anni dopo la morte di suor Giuliana e di Roberto de Thourotte, perché la celebrazione fosse estesa a tutta la Chiesa universale…

Da allora il popolo cristiano la vive come il Signore è con noi e ci ricorda che la nostra fede viene vissuta in un corpo, che Dio ha scelto un corpo umano per manifestare agli uomini nella storia il Suo Amore; un corpo che ha amato, lottato, pianto, riso, ma soprattutto si è donato. Dio Padre, Figlio e Spirito Santo proclamato e onorato eternamente come unico e vero Dio nella eucaristia e cuore della Chiesa presente nel pane e nel vino, cibo e bevanda necessari per la salvezza di tutti quelli che lo accolgono nel suo cuore.

Questo anno 2020 in ottemperanza alle disposizioni per il Covid-19 considerando le limitazioni ancora in vigore a causa dell’emergenza sanitaria in corso, non ci saranno le tende nei parchi come di solito, per questa solennità è stato previsto in chiesa il Triduo di adorazione Eucaristica in preparazione alla Solennità del Corpus Domini da Giovedì 11 a Domenica 14 giugno, per saperne di più si prega di guardare il foglietto dell’attività proposte.

Santo Rosario in Diretta

madonna

Venerdi 15 alle ore 21 nella chiesa Santa Maria di Zevio.

percorso: Santa Maria di Zevio – Youtube

Un invito caldo e affettuoso a riscoprire la bellezza di pregare il Rosario meditando i misteri della vita di Maria rappresentati dalle tele della chiesa, animato dai ragazzi/e della cresima di S. Maria e Palù.

«Tutte le generazioni mi chiameranno beata… Grandi cose ha fatto in me l’Onnipotente» (Lc 1, 48-49).

Rosario per le vocazioni

Santa Maria

La nostra vita si apre alla lode. È questa l’ultima parola della vocazione, e vuole essere anche l’invito a coltivare l’atteggiamento interiore di Maria Santissima: grata per lo sguardo di Dio che si è posato su di lei, consegnando nella fede le paure e i turbamenti, abbracciando con coraggio la chiamata, Ella ha fatto della sua vita un eterno canto di lode al Signore. Perché ciascuno possa scoprire con gratitudine la chiamata che Dio gli rivolge, trovare il coraggio di dire “sì”, vincere la fatica nella fede in Cristo e, infine, offrire la propria vita come cantico di lode per Dio, per i fratelli e per il mondo intero. La Vergine Maria ci accompagni e interceda per noi. Francesco

Rosario allo Spirito Santo

spirito santo

Offriamo una preghiera fervente allo Spirito santo perché ci protegga nel tempo della prova, il Coronavirus ci spinge a elevare suppliche e lode allo spirito santo perché guarisca quanti soffrono ogni sorta di malattia, perché ispiri la scienza i medici e la sapienza ai governanti, perché infonda coraggio a coloro che sono nello sconforto e nella paura ogni mistero del rosario allo spirito santo viene pregato per una particolare intenzione e commentato da un brano dell’esortazione apostolica Evangelii Gaudium di Papà Francesco. Don Flavio

Festa della Divina Misericordia

Festa Divina Misericordia

La Festa della misericordia è, nell’anno liturgico della Chiesa cattolica, la seconda domenica di Pasqua, cioè la domenica che segue tale solennità, dedicata alla devozione della Divina Misericordia. I credenti affermano che chiunque riceva la Comunione in questo giorno sarà liberato da tutte le pene.

«Desidero che la Festa della Misericordia sia di riparo e di rifugio per tutte le anime e specialmente per i poveri peccatori. In quel giorno sono aperte le viscere della mia misericordia, riverserò tutto un mare di grazie sulle anime che si avvicinano alla sorgente della mia misericordia. L’anima che si accosta alla confessione ed alla santa Comunione, riceve il perdono totale delle colpe e delle pene. […] Nessuna anima abbia paura di accostarsi a Me, anche se i suoi peccati fossero come lo scarlatto.»

Fonte: wikipedia

S. Messa e Adorazione Euc. Giovedì 2 Aprile

Domenica delle palme

Parrocchia di Santa Maria e Palù

Giovedi 2 aprile 2020 ore 20 – S.Messa e Breve Adorazione Euc. a Santa Maria di Zevio.

Percorso: Parrocchia Santa Maria di Zevio – Youtube


Domenica delle Palme – 5 aprile 2020 ore 11.15 – S.Messa a Zevio con i sacerdoti dell’Unità Pastorale.

Percorso: Unità Pastorale di Zevio -Youtube

Chi puo si procuri rami d’olivo, i sacerdoti all’inizio benediranno i rami d’olivo e la benedizione gìungerà nelle vostre case.


Vi riccordo la Via crucis con stazioni e preghiere nel sito de la parrocchia

Papa Francesco Preghiera e Benedizione “Urbi et Orbi” – LIS

Urbi-et-Orbi.

IN PREGHIERA CON IL PAPA

Ecco lo svolgimento dell’evento voluto da Francesco per chiedere a Dio di fermare la pandemia per pregare insieme con il Pontefice.

27/03/2020

Ascolto della Parola di Dio

Il Santo Padre:
Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.
R. Amen.


Orazione
Il Santo Padre:

Preghiamo. Dio onnipotente e misericordioso, guarda la nostra dolorosa condizione:
conforta i tuoi figli e apri i nostri cuori alla speranza, perché sentiamo in mezzo a noi la tua presenza di Padre.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna con te, nell’ unità dello Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli.
R. Amen.

Vangelo
Il lettore:

Ascoltate la Parola del Signore dal Vangelo secondo Marco 4, 35-41

In quel giorno, venuta la sera, Gesù disse ai suoi discepoli: «Passiamo all’ altra riva». E, congedata la folla, lo presero con sé, così com’ era, nella barca. C’ erano anche altre barche con lui.
Ci fu una grande tempesta di vento e le onde si rovesciavano nella barca, tanto che ormai era piena. Egli se ne stava a poppa, sul cuscino, e dormiva. Allora lo svegliarono e gli dissero: «Maestro, non t’ importa che siamo perduti?».
Si destò, minacciò il vento e disse al mare: «Taci, calmati!».
Il vento cessò e ci fu grande bonaccia. Poi disse loro: «Perché avete paura? Non avete ancora fede?».
E furono presi da grande timore e si dicevano l’ un l’ altro: «Chi è dunque costui, che anche il vento e il mare gli obbediscono?».

Meditazione del Santo Padre.
 

Raccoglimento dinanzi alla Salus Populi Romani (canto “Sub tuum praesidium”).
 

Raccoglimento dinanzi al Crocifisso di San Marcello (antifona alla Croce).
 

Esposizione, adorazione e benedizione eucaristica
 

Esposizione Santissimo Sacramento.
 

Adorazione Santissimo Sacramento (canto “Adoro Te devote”).
Supplica litanica

 

TI ADORIAMO, O SIGNORE.
Vero Dio e vero uomo, realmente presente in questo Santo Sacramento
Ti adoriamo, Signore
Nostro Salvatore, Dio-con-noi, fedele e ricco di misericordia
Ti adoriamo, Signore
Re e Signore del creato e della storia
Ti adoriamo, Signore
Vincitore del peccato e della morte
Ti adoriamo, Signore
Amico dell’ uomo, risorto e vivo alla destra del Padre
Ti adoriamo, Signore
CREDIAMO IN TE, O SIGNORE.
Figlio unigenito del Padre, disceso dal Cielo per la nostra salvezza
Crediamo in te, o Signore
Medico celeste, che ti chini sulla nostra miseria
Crediamo in te, o Signore
Agnello immolato, che ti offri per riscattarci dal male
Crediamo in te, o Signore
Buon Pastore, che doni la vita per il gregge che ami
Crediamo in te, o Signore
Pane vivo e farmaco di immortalità, che ci doni la Vita eterna
Crediamo in te, o Signore
LIBERACI, O SIGNORE.
Dal potere di Satana e dalle seduzioni del mondo
Liberaci, o Signore
Dall’ orgoglio e dalla presunzione di poter fare a meno di te
Liberaci, o Signore
Dagli inganni della paura e dell’ angoscia
Liberaci, o Signore
Dall’ incredulità e dalla disperazione
Liberaci, o Signore
Dalla durezza di cuore e dall’ incapacità di amare
Liberaci, o Signore
SALVACI, O SIGNORE.
Da tutti i mali che affliggono l’ umanità
Salvaci, o Signore
Dalla fame, dalla carestia e dall’ egoismo
Salvaci, o Signore
Dalle malattie, dalle epidemie e dalla paura del fratello
Salvaci, o Signore
Dalla follia devastatrice, dagli interessi spietati e dalla violenza
Salvaci, o Signore
Dagli inganni, dalla cattiva informazione e dalla manipolazione delle coscienze
Salvaci, o Signore
CONSOLACI, O SIGNORE.
Guarda la tua Chiesa, che attraversa il deserto
Consolaci, o Signore
Guarda l’ umanità, atterrita dalla paura e dall’ angoscia
Consolaci, o Signore
Guarda gli ammalati e i moribondi, oppressi dalla solitudine
Consolaci, o Signore
Guarda i medici e gli operatori sanitari, stremati dalla fatica
Consolaci, o Signore
Guarda i politici e gli amministratori, che portano il peso delle scelte
Consolaci, o Signore
DONACI IL TUO SPIRITO, O SIGNORE.
Nell’ ora della prova e dello smarrimento
Donaci il tuo Spirito, Signore
Nella tentazione e nella fragilità
Donaci il tuo Spirito, Signore
Nel combattimento contro il male e il peccato
Donaci il tuo Spirito, Signore
Nella ricerca del vero bene e dalla vera gioia
Donaci il tuo Spirito, Signore
Nella decisione di rimanere in Te e nella tua amicizia
Donaci il tuo Spirito, Signore
APRICI ALLA SPERANZA, O SIGNORE.
Se il peccato ci opprime
Aprici alla speranza, Signore
Se l’ odio ci chiude il cuore
Aprici alla speranza, Signore
Se il dolore ci visita
Aprici alla speranza, Signore
Se l’ indifferenza ci angoscia
Aprici alla speranza, Signore
Se la morte ci annienta
Aprici alla speranza, Signore

Orazione
Il Santo Padre:

Preghiamo.
Signore Gesù Cristo, che nel mirabile sacramento dell’ Eucaristia ci hai lasciato il memoriale della tua Pasqua,
fa’ che adoriamo con viva fede il santo mistero del tuo Corpo e del tuo Sangue, per sentire sempre in noi i benefici della redenzione. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.
R/. Amen.

Il Cardinale Angelo Comastri, Arciprete della Basilica di San Pietro, annuncia la Benedizione “urbi et orbi”, con annessa indulgenza plenaria mediante apposita monizione:
 

Il Santo Padre Francesco a tutti quelli che ricevono la benedizione eucaristica anche a mezzo della radio, della televisione
e delle altre tecnologie di comunicazione, concede l’ indulgenza plenaria nella forma stabilita dalla Chiesa.


Il Santo Padre dà la benedizione con il Santissimo Sacramento.
 

Acclamazioni
– Dio sia benedetto.
– Benedetto il suo santo nome.
– Benedetto Gesù Cristo, vero Dio e vero uomo.
– Benedetto il nome di Gesù.
– Benedetto il suo sacratissimo Cuore.
– Benedetto il suo preziosissimo Sangue.
– Benedetto Gesù nel santissimo Sacramento dell’ altare.
– Benedetto lo Spirito Santo Paraclito.
– Benedetta la gran Madre di Dio, Maria santissima.
– Benedetta la sua santa e immacolata concezione.
– Benedetta la sua gloriosa assunzione.
– Benedetto il nome di Maria, vergine e madre.
– Benedetto san Giuseppe, suo castissimo sposo.
– Benedetto Dio nei suoi angeli e nei suoi santi.